FIMAA - Federazione Italiana Mediatori Agenti d'Affari




CHI SIAMO
ASSOCIATI
NUDA PROPRIETA'
NEWS
RASSEGNA STAMPA
SOTTO...CASA
L'esperto risponde
CERCA CASA




 

23/11/03 n.1

D: Un mese fa ho avuto occasione di visionare un appartamento proposto in vendita da una nota organizzazione di agenzie immobiliari. All'appuntamento si è presentato un ragazzo che ha subito messo in evidenza una notevole impreparazione sia sulle caratteristiche dell'appartamento in questione che su questioni tecniche relative all'eventuale acquisto con conseguente permuta del nostro vecchio appartamento. Abbiamo il dubbio che si tratti di un operatore non abilitato, come possiamo verificarlo?

Risponde: Roberto Maccaferri, presidente FIMAA Bologna
Il lettore pone una questione basilare per la correttezza e la trasparenza del mercato immobiliare. Così come è di un'utilità insostituibile l'attività di un agente immobiliare regolarmente abilitato, serio e preparato, sono altrettanto deleteri, per gli utenti e per l'immagine della categoria, gli interventi di impostori della mediazione immobiliare. Il legislatore ha individuato la necessità di fare chiarezza su chi può e chi non può fare attività di mediazione ed ha normato dapprima con la L, 39/89 e successivamente con la L. 452/90 ed infine con L. 57/2001 in maniera inequivocabile tale materia sancendo una volta per tutte che per chiunque svolga l'attività di intermediazione è obbligatorio avere completato un notevole percorso formativo, aver superato un esame abilitativo, essere iscritti agli appositi Ruoli nelle CCIAA ed essere assicurati contro i rischi professionali derivanti dallo svolgimento di tale attività. Chi non risponde personalmente (oltre che come società) a questi requisiti e si trova a svolgere attività anche marginali della mediazione, come mostrare un appartamento, si colloca nell'illegalità esponendosi alle conseguenze civili e penali previste dalla normativa in oggetto, rendendo inoltre non legittima, a parere di numerosi giuristi, la pretesa di provvigioni da parte della società, anche se regolarmente iscritta, per conto della quale l'abusivo opera.
Suggerisco pertanto, fin dal primo incontro con gli agenti immobiliari con i quali si troverà a prendere visione di altri appartamenti, di richiedere sempre l'esibizione del tesserino con foto comprovante la regolarità del professionista e di pretendere, perchè è un Suo diritto, di venire informato su tutti gli aspetti essenziali che possano avere un'influenza sulla sicurezza e la qualità dell'affare proposto.
Per verificare la regolare iscrizione ai Ruoli della CCIAA è sufficiente telefonare alla Segreteria FIMAA presso ASCOM Bologna (051/6487513) o, più comodamente, verificare direttamente sul sito www.bo.camcom.it sezione "servizi amministrativi". [link diretto]

[torna alla lista delle domande]

L'esperto risponde
webmaster: Stefano Roffi