FIMAA - Federazione Italiana Mediatori Agenti d'Affari




CHI SIAMO
ASSOCIATI
NUDA PROPRIETA'
NEWS
RASSEGNA STAMPA
SOTTO...CASA
L'esperto risponde
CERCA CASA




 

14/09/03 n.2

D: 2. Sono proprietaria di un appartamento condominiale al terzo piano, sovrastante un locale adibito a pizzeria: sul retro del fabbricato sono in corso lavori di installazione di una canna fumaria che dovrà smaltire i fumi di tale pizzeria e che correrà a brevissima distanza dalla mia finestra comportando ciò, oltre ad una violazione del mio diritto di veduta, anche immissioni di calore ed esalazioni. Posso oppormi a tale installazione?

Risponde: Avv. Maurizio Malaguti
Il quesito proposto dalla lettrice investe diversi aspetti della normativa condominiale, dei quali qui vorremmo esaminare quello relativo alla applicazione delle norme sulle distanze nell'ambito del condominio: per tale materia non esistono specifiche disposizioni di legge bensì un nutrito numero di sentenze le quali prevalentemente affermano che negli edifici condominiali le norme sulle distanze legali non sono applicabili né nei rapporti fra le singole proprietà né fra i rapporti fra singole proprietà e beni comuni qualora il rispetto di tali norme non sia compatibile con la concreta struttura dell'edificio ed il condominio utilizzi una parte comune di esso a favore della sua unità immobiliare, ai sensi dell'art.1102, per realizzare impianti indispensabili alla effettiva utilizzabilità del suo immobile secondo le esigenze generali dei cittadini e le moderne concezioni in tema di igiene.
Pertanto, vista la indispensabilità della presenza della canna fumaria e la presumibile ristrettezza degli spazi ove essa dovrà essere installata, temo che quantomeno sotto questo aspetto la lettrice dovrà sopportare i lamentati disagi che ne deriveranno.
In ogni caso andranno sempre rispettati sia la destinazione del bene comune sia il diritto di pari utilizzo degli altri condomini oltre alla stabilità, sicurezza e decoro dell'edificio stesso.

[torna alla lista delle domande]

L'esperto risponde
webmaster: Stefano Roffi