FIMAA - Federazione Italiana Mediatori Agenti d'Affari




CHI SIAMO
ASSOCIATI
NUDA PROPRIETA'
NEWS
RASSEGNA STAMPA
SOTTO...CASA
L'esperto risponde
CERCA CASA




 

22/06/03 n.4

D: 4. Sono proprietario di un appartamento situato in un condominio; non ho potuto partecipare all'ultima assemblea ed è stato deliberato di iniziare una causa contro un condominio vicino per una presunta violazione di confini. Io non sono d'accordo nell'iniziare questa causa anche perché ho timore che la si perda. Posso tutelarmi in qualche modo?

Risponde: Avv. Marcello Morace, consulente legale FIMAA
Il dissenso di un singolo condomino rispetto ad una deliberazione assembleare adottata, è disciplinato nel codice civile all'art. 1132. ciò comporta una serie di adempimenti e di effetti.
Principalmente entro il termine perentorio di trenta giorni che devono decorrere dal giorno in cui il condomino dissenziente ha avuto notizia della deliberazione, bisogna notificare un atto all'amministratore che comunichi la volontà del condomino dissenziente di separare la propria responsabilità in seguito all'eventuale soccombenza della causa. Nel caso in cui, comunque il condomino dissenziente abbia dovuto pagare qualcosa alla controparte che ne esce vittorioso, per questo ha facoltà di rivalsa verso il condominio.
Per contro se la causa si conclude con un esito favorevole al condominio, il condomino dissenziente che ne ha tratto vantaggio è tenuto a partecipare alle spese che non è stato possibile addebitare alla parte soccombente.

[torna alla lista delle domande]

L'esperto risponde
webmaster: Stefano Roffi