FIMAA - Federazione Italiana Mediatori Agenti d'Affari




CHI SIAMO
ASSOCIATI
NUDA PROPRIETA'
NEWS
RASSEGNA STAMPA
SOTTO...CASA
L'esperto risponde
CERCA CASA




 

08/06/03 n.3

D: 3. Ho intenzione di affidare al mio Agente Immobiliare un incarico per la vendita del mio appartamento. Parlandone con un amico ho saputo che nei giorni scorsi è apparsa la notizia secondo la quale la mia scelta per l'esclusività del rapporto sarebbe un fatto limitativo della concorrenza. Le dico francamente che non ne ho capito le ragioni; io pensavo che fosse un modo ordinato e trasparente di rapportarsi con il mercato. Lei cosa ne pensa?

Risponde: Roberto Maccaferri, presidente FIMAA Bologna
Penso che il suo amico facesse riferimento ad un'indagine avviata dall'Autority Antitrust tesa a verificare, fra l'altro, se il conferimento di un incarico in esclusiva potesse rappresentare una limitazione alla libera concorrenza del mercato. A mio parere si tratta, come ho già avuto modo di dire, di un grosso equivoco ingeneratosi a causa della mancanza di conoscenza del ruolo professionale del Mediatore che per la peculiarità di essere super partes ha caratteristiche e responsabilità totalmente diverse da quelle di un venditore. Affidare l'esclusivo incarico di intermediare una compravendita ad un Agente Immobiliare regolarmente iscritto nei Ruoli della C.C.I.A.A. ha il significato di delegare un professionista, terzo nei confronti delle parti e conoscitore degli aspetti legale, notarile, tecnico, fiscale, finanziario e commerciale, ad individuare il punto più equilibrato possibile per il raggiungimento di un accordo di compravendita. Questo modus operandi fa sì che, per il tramite di un "garante" possano accedere alle trattative tutti i colleghi e tutti gli utenti del mercato immobiliare disposti a seguire le regole tecniche ed etiche propedeutiche ad una conclusione serena, equilibrata e consapevole di un contratto di compravendita immobiliare.
In conclusione penso che la sua scelta di optare per questo tipo di rapporto sia assolutamente condivisibile e rispettosa dei potenziali acquirenti del suo appartamento.

[torna alla lista delle domande]

L'esperto risponde
webmaster: Stefano Roffi