FIMAA - Federazione Italiana Mediatori Agenti d'Affari




CHI SIAMO
ASSOCIATI
NUDA PROPRIETA'
NEWS
RASSEGNA STAMPA
SOTTO...CASA
L'esperto risponde
CERCA CASA




 

20/04/03 n.4

D: 4. Sono proprietario di un terreno con un indice di edificabilità residenziale molto elevato. Non capisco come mai nelle trattative per la sua vendita alcuni interlocutori considerassero il valore unitario della superficie edificabile inferiore a quello di terreni analoghi ma con bassi indici di edificabilità ?

Risponde: Roberto Maccaferri, presidente FIMAA Bologna
Gli interlocutori a cui Lei fa riferimento sono indubbiamente operatori attenti e sensibili alle significative mutazioni delle aspettative degli utenti del mercato immobiliare residenziale. La propria abitazione viene e verrà sempre più vissuta in maniera molto diversa da come avveniva dal dopoguerra ad oggi. Stanno cambiando le abitudini e con l'avvento della telematica, molte attività potranno essere svolte da casa riducendo di fatto la necessità di spostamento sul luogo fisico di lavoro, è sempre più richiesto, fortunatamente, un rapporto equilibrato con la natura e quindi di spazi verdi. Tutto questo condiziona pesantemente la produzione di alloggi rendendo spesso inopportuno costruire in quantità a favore della qualità. Penso che sia per questo motivo che la valutazione economica dell'area si sia basata non tanto sui metri quadrati che si potevano urbanisticamente realizzare, quanto sulla superficie massima sostenibile da un'ipotesi di progettazione in linea con gli indirizzi del mercato.

[torna alla lista delle domande]

L'esperto risponde
webmaster: Stefano Roffi