FIMAA - Federazione Italiana Mediatori Agenti d'Affari




CHI SIAMO
ASSOCIATI
NUDA PROPRIETA'
NEWS
RASSEGNA STAMPA
SOTTO...CASA
L'esperto risponde
CERCA CASA




 

06/04/03 n.3

D: 3. Se il garage compreso nella locazione diventa inutilizzabile (nella fattispecie a causa di infiltrazioni corrosive dal soffitto che hanno provocato danni permanenti all'autovettura riconosciuti dal condominio e dalla sua assicurazione), può il locatario chiedere una riduzione del canone?
Se si come si quantifica la cifra e in che modo è lecito agire?
Ringraziandovi anticipatamente per la risposta vi porgo i miei più cordiali saluti.

Risponde: Avv. Marcello Morace, consulente legale FIMAA
Anzitutto i danni provocati da fattori indipendenti dalla volontà del conduttore devono essere risarciti; dal tenore della lettera pare che ciò sia avvenuto a carico di una compagnia d'assicurazione.
Per quanto riguarda la richiesta di una eventuale riduzione del canone, possiamo presuntivamente pensare che il garage, al fine di consentire i lavori di riparazione delle parti ammalorate, sia divenuto temporaneamente inutilizzabile in maniera definitiva. L'impossibilità dell'uso per un periodo relativamente breve, non comporterebbe una riduzione del canone, ma solo un risarcimento degli eventuali disagi subiti.
Qualora invece il garage non fosse più utilizzabile, essendo compreso nella locazione ed avendo avuto un evidente peso nella determinazione del canone di locazione; si tratterà di calcolare l'entità di tale incidenza. In casi similari la giurisprudenza (Cassazione 19-7-2002, n. 10563 e Tribunale Locri 26-2-2002) ha individuato quale criterio guida il riconoscimento di una riduzione del canone di locazione di entità pari al canone di mercato di garage di uguale dimensione e nella stessa zona.
Quindi l'inquilino potrà rinegoziare il canone col proprietario oppure, in caso di mancato accordo, adire il tribunale competente chiedendo una riduzione del canone.

[torna alla lista delle domande]

L'esperto risponde
webmaster: Stefano Roffi