FIMAA - Federazione Italiana Mediatori Agenti d'Affari




CHI SIAMO
ASSOCIATI
NUDA PROPRIETA'
NEWS
RASSEGNA STAMPA
SOTTO...CASA
L'esperto risponde
CERCA CASA




 

26/01/03 n.2

D: 2. Sto trattando l'acquisto di un appartamento più grande di quello attualmente di mia proprietà. Per poter raggiungere la somma necessaria all'acquisto ho la necessità di mettere in vendita il mio appartamento ed avrei pensato di incaricare lo stesso agente immobiliare che mi ha assistito nell'acquisto. Ricordo di aver sentito dire che in caso di permuta le provvigioni del mediatore debbano venire corrisposte una sola volta e calcolate sul valore maggiore fra i beni oggetto della permuta. È vero?

Risponde: Roberto Maccaferri, presidente FIMAA Bologna
Il Suo quesito mi offre lo spunto per fare chiarezza sul tema della permuta nella compravendita immobiliare. Per meglio inquadrare la situazione è necessario chiarire che il termine "permuta" prevede che due parti, proprietarie di due o più immobili, decidano di concludere un affare in base al quale avvenga uno scambio di beni con un eventuale conguaglio in denaro.
Il caso di specie, nella realtà non molto frequente, offre notevoli vantaggi fiscali. Il mediatore che avesse fatto concludere tale affare avrebbe diritto, in base alla raccolta provinciale degli usi della C.C.I.A.A. di Bologna, di percepire da ciascuna delle parti una provvigione calcolata sul bene di maggior valore.
Il caso evidenziato dal lettore al contrario non può essere considerato una permuta. Il lettore infatti acquista un bene da un soggetto e si appresta a vendere il proprio ad un altro soggetto. Il mediatore si troverà quindi a dover promuovere il suo immobile sul mercato con tutte le risorse necessarie (spese vive e lavoro).
In conclusione ritengo che le provvigioni per la vendita di casa sua siano dovute al mediatore, ma che la richiesta di un occhio di riguardo nella determinazione dell'entità di tali provvigioni potrebbe facilmente venire recepita.

[torna alla lista delle domande]

L'esperto risponde
webmaster: Stefano Roffi